I Vantaggi del Pignoramento

I Vantaggi del Pignoramento

I Vantaggi del Pignoramento

Oggi vorrei andare controcorrente e parlare dei vantaggi che porta un pignoramento.
No, non sono impazzito e non voglio prendere in giro nessuno, devo dirti che anche essere pignorato porta i suoi vantaggi. Per fartelo capire ti svelerò un aneddoto di qualche anno fa.
Ricevetti una coppia di clienti con il classico problema del pignoramento della casa di abitazione. Erano due piccoli artigiani con parecchi debiti e la casa ipotecata; in linea di massima sapevo già quali sarebbero stati i temi da toccare nella discussione e quali le potenziali soluzioni (al telefono avevamo approfondito qualche particolare tecnico).

Lui era un uomo sulla cinquantina e lo accompagnava sua moglie, una donna sorridente, elegante e dai modi gentili.
Erano particolarmente di buon umore tanto che pensavo avessero sbagliato indirizzo. In genere vedevo meno sorrisi e più volti bui.

Ci sedemmo per discutere del caso ma la mia sorpresa si trasformò in incredulità quando il marito, sorridente, esordì dicendo: << che vantaggio ci può dare questo pignoramento?>>
Attenzione, non chiese “che vantaggio può crearci la sua soluzione” ma “che vantaggio può crearci il pignoramento”. Lo ammetto, mi spiazzarono, non ero abituato a questo tipo di eventi. Normalmente nelle consulenze si parla degli eventi negativi, li si analizza e si cerca di trovare la soluzione; questa coppia di “folli” aveva un modo di fare completamente differente.
Si accorsero del mio stupore e mi rassicurarono sul loro stato mentale. Che coppia….

Prese la parola la signora e brevemente mi fece capire che questo era il loro atteggiamento di fronte agli eventi della vita; si ponevano la domanda fatidica “cosa c’è di buono in questo” ogni volta che succedeva qualcosa di apparentemente negativo. Fantastico! Avevano cambiato prospettiva, osservavano il loro problema con distacco e con una visione vincente.

Entrammo nelle questioni tecniche spulciando la situazione economica. Avevano accumulato parecchi debiti, il laboratorio non funzionava più come prima ed alcuni fornitori si erano insinuati nella procedura; c’era poi il debito ipotecario relativo al mutuo. Totale debiti 300.000 euro e valore della casa pari a 200.000 euro. Potevamo azzerare completamente i debiti: ottima notizia.

Erano entusiasti, avevano trovato la risposta alla loro domanda.  Con un colpo solo potevano eliminare i debiti e chiudere quell’attività che non funzionava più.
Inoltre questo permetteva di tagliare con il passato e  tornare al loro paese di origine in serenità e con la prospettiva di lavorare  alle dipendenze di un parente.

Un problema lo è nel momento in cui lo si considera tale. Se pensiamo al potenziale problema come ad un evento che può portare dei vantaggi molte cose cambiano. Non si dice infatti che se si chiude una porta si apre un portone?

Prima di congedarsi  i due signori mi raccontarono due storielle per farmi capire meglio la loro filosofia di vita.
La prima parlava di due fratelli che vivevano a contatto con drogati ed alcolizzati in un brutto quartiere ; i loro genitori non erano un buon esempio,  il padre spacciava e la madre si drogava. Il primo dei fratelli riuscì a scappare da quell’ambiente e si ritagliò una posizione importante a livello lavorativo.
Il secondo diventò spacciatore come il padre e frequentò spesso la galera.
Un giornalista tanto tempo dopo, incuriosito da come i due fratelli avessero percorso strade differenti, pose la stessa domanda ad entrambi:  “come hai fatto a diventare quello che sei?”  Lo spacciatore rispose che l’ambiente che viveva e le esperienze giornaliere non potevano far altro che portarlo in quella direzione.

Il secondo fratello invece disse che vivere in quell’ambiente gli offriva l’opportunità di capire cosa non voleva diventare e utilizzò tutte le esperienze negative per trarne beneficio; costruì la vita che voleva.

La seconda storiella narra invece di un imprenditore che  utilizzò tutti i suoi risparmi per comprare della terra. L’investimento fu completamente sbagliato per l’impossibilità di coltivare il terreno ed allevare animali in maniera profittevole. Aridità e presenza di serpenti lo sconsigliavano. L’imprenditore non si perse d’animo e rifletté sul fatto che il veleno dei serpenti era molto richiesto per la fabbricazione degli antidoti. Trasformò un errore in un punto di forza arricchendosi facilmente.

Non credo che questa storia sia mai accaduta ma è comunque un ottimo insegnamento.

Il messaggio di oggi è chiaro: se hai un pignoramento potresti avere un vantaggio, magari non lo conoscerai oggi ma domani sicuramente si. Con questo non ti dico di fare i salti di gioia, non è piacevole vivere una situazione del genere ed è sempre meglio evitarla.

Se vivi un pignoramento e hai bisogno di un parere noi ci siamo sempre, ricordalo.

A Menzus Biere.

P.s.

Riscrivo la frase di Molière che mi piace tantissimo: “Maggiore è l’ostacolo, più grande sarà la gloria nel superarlo”

Scarica le nostre guide gratuite cliccandoci sopra!

Guida Usura e Pignoramento11 errori del pignoratoCaso Studio 1

Digiprove sealCopyright secured by Digiprove © 2016

Ti è piaciuto questo articolo e lo trovi utile? Condividilo oppure iscriviti alla nostra pagina facebook.

More Posts - Website

Follow Me:
FacebookLinkedIn

Condividi questa pagina

Lascia un commento