Immobile in Asta. Vendita in Tempi Rapidi

12. Febbraio 2016 Pignoramento 0
Immobile in Asta. Vendita in Tempi Rapidi

Vendita dell’immobile in asta in tempi rapidissimi. Analizziamo le vendite del Tribunale di Sassari

Tempi ancora più duri per chi ha l’immobile all’asta nel Tribunale di Sassari e non solo.
Le nuove disposizioni del giudice delle esecuzione permetterà, a nostro avviso, la vendita rapida di tantissimi immobili gravati da pignoramento. Quali sono le disposizioni?

1)La prima determinerà la liberazione degli immobili pignorati dopo le eventuali aste deserte del prossimo mese di aprile (2016). Sono le aste tenute direttamente dal giudice delle esecuzioni.
2) La seconda è che tantissime aste sono state assegnate a professionisti esterni (notai, avvocati, commercialisti) e quest’ultimi hanno precise direttive da rispettare. Se osservi una qualsiasi ordinanza di vendita del tribunale di Sassari potrai leggere tutti i dettagli, a noi però interessano tre passaggi:

a)il professionista delegato deve tenere tre esperimenti di vendita nell’arco di diciotto mesi e ad ogni asta deserta deve ridurre il base d’asta del 20%

b)se anche il terzo esperimento d’asta sarà infruttuoso il pignorato dovrà liberare l’immobile
c)l’articolo 571 del codice di procedura civile dice: “…L’offerta non è efficace se… è inferiore di oltre un quarto al prezzo stabilito in ordinanza…”

Naturalmente quest’ultima  è una disposizione a livello nazionale ed interessa tutti i tribunali.
Cosa determinerà questa nuova disposizione? Chi vuole partecipare all’esecuzione può offrire il 75% del prezzo; il partecipante rischia di aggiudicarsi l’immobile in asta ad un prezzo molto conveniente.

Se quest’ultimo punto non è ti molto chiaro facciamo assieme dei calcoli molto semplici per poter inquadrare la situazione dal punto di vista economico.
Prendiamo come esempio due valori medi per immobili in Sardegna; considereremo una casa con valore di perizia pari a 150.000 euro ed un’altra del valore di 300.000 euro.
Cosa succederà a queste due case nell’arco di diciotto mesi? Guarda la tabella.

 Aste  Base d’asta  Vendita al 75%  note
 Asta  n.1  150.000 euro  112.500 euro  La casa può essere venduta per  112.500  euro perché il partecipante all’asta può offrire  il 75%
 Asta  n.2  120.000 euro  90.000 euro  Al secondo esperimento d’asta il valore è  sceso del 20% quindi da 150.000 a 120.000  euro
 

Asta  n.3

 

 96.000 euro  72.000 euro

Uno speculatore per 72.000 euro potrebbe aggiudicarsi un immobile in asta a 150.000 euro, meno del 50% del valore di perizia e questo in tempi molto rapidi.

Secondo esempio con immobile di 300.000 euro.

 Aste Base d’asta    Vendita al 75%  note
 Asta n.1  300.000 euro  225.000 euro  La casa può essere venduta per  112.500  euro perché il partecipante all’asta può  offrire il 75%
 Asta n.2  240.000 euro  180.000 euro  Al secondo esperimento d’asta il valore è  sceso del 20% quindi da 150.000 a 120.000 euro
 

Asta n.3

 

 

192.000 euro

 

 

144.000 euro

 

In questo caso lo stesso speculatore per  144.000 euro potrebbe aggiudicarsi l’immobile in asta.

Io credo che gli immobili proposti al di sotto del 50% del loro valore possano essere venduti rapidamente, penso che anche tu ne convenga.
Il peggior dramma è quello che la vendita a prezzi così bassi possa tagliare definitivamente le gambe al pignorato; dico questo perché spesso con la vendita non si riesce ad onorare neanche i debiti.
Visto che in questo articolo parliamo di denaro voglio descriverti un paio di situazioni “standard”, cioè situazioni che si ripetono spesso. Abbiamo un immobile da 150.000 ed uno da 300.000 con i rispettivi debiti.

 Valore  Perizia  Debito del mutuo  Debito con  finanziaria  Probabile  vendita  all’asta  Saldo  Note
 

Esempio n.1

 

 150.000  70.000  7.000  72.000  -9000 euro Saldo negativo
 

Esempio n.2

 

 300.000  160.000  20.000  144.000  -36000 euro Saldo negativo

In entrambi i casi siamo in perdita ci si ritroverebbe ad avere questi svantaggi:

  • Perdita della casa con relativo sfratto
  • Situazione debitoria negativa con i creditori che non mollano la presa
  • Impossibilità ad accedere a qualsiasi tipo di credito
  • Lasciare in eredità ai figli i debiti
  • Insoddisfazione

E se invece si decidesse di vendere prima l’immobile in asta? Sapevi che anche chi è pignorato lo puoi fare?
Probabilmente ne sei al corrente e avrai pensato di ottenere dei vantaggi; te li elenco tutti nel caso te ne fosse sfuggito qualcuno:

  • Annullamento dei debiti. L’operazione comporta che tutti i creditori rinuncino ad una parte del loro credito. Si verificano situazioni in cui si rinuncia anche all’80%.
    Liquidità. Potresti ricavare della liquidità dalla vendita.
  • Cancellazione dal registro dei cattivi pagatori e possibilità dopo un certo periodo di tempo di avere un nuovo prestito.
  • Serenità e possibilità di ripartire con una nuova vita. Immagina, nel giro di pochi mesi potrai pianificare nuovamente il tuo futuro.

Questo è tutto. Il team di usuraepignoramenti.com ti saluta ricordandoti che se hai bisogno di un consulto puoi prenotarti cliccando qui.

A menzus  biere

Scarica le nostre guide gratuite; cliccaci sopra.

usura bancaria e pignoramento
La guida completa per risolvere i problemi di usura bancaria e pignoramento
errori durante il pignoramento
Chi vive il problema del pignoramento generalmente commette degli errori. Li conosci?
un caso di pignoramento risolto
un esempio di soluzione con il saldo e stralcio

Remo Congiu

Ti è piaciuto questo articolo e lo trovi utile? Condividilo oppure iscriviti alla nostra pagina facebook.

More Posts - Website

Follow Me:
FacebookLinkedIn

Condividi questa pagina

Lascia un commento